Consigli,  Luce Pulsata

Design, accessori e modelli: le regole degli epilatori a luce pulsata

Prendersi correttamente cura della propria pelle è un presidio di autostima assoluto, un gesto solo all’apparenza semplice e banale che è in grado di migliorare la percezione di sé e l’emotività (allo stesso tempo rafforzando il benessere psicofisico). La bellezza è in primis una sensazione, da alimentare in maniera costante. Non si tratta di narcisismo ma di un lasciapassare per affrontare con maggiore tranquillità e padronanza la routine quotidiana. Ci sono accessori ormai divenuti di uso comune come gli epilatori a luce pulsata, che contribuiscono in maniera decisiva in questo senso. Un tempo questi macchinari erano appannaggio esclusivo dei centri estetici ma oggi vengono utilizzati normalmente da tutte quelle persone che abbiano l’esigenza di prendersi cura di sé e del proprio aspetto in maniera professionale, direttamente da casa. Trovare l’apparecchio che più è adatto alle personali necessità non è sempre facile, ecco perché sarà utile passare in rassegna i migliori epilatori a luce pulsata: sul mercato ce ne sono moltissimi, occorre imparare a distinguere quelli sicuri da quelli inutili. Anche perché optare per un modello scadente, prodotto senza rispettare determinati standard, può rivelarsi una scelta molto sbagliata. Molti apparecchi si caratterizzano per prezzi super economici, ma attenzione sono proprio quelli che potrebbero nascondere le magagne peggiori. Un investimento di un certo tipo è sempre indicato quando di mezzo ci va la pelle e, dunque, la salute. Un prezzo più alto – anche se non è un indicatore assoluto – spesso caratterizza i prodotti di tipo più professionale.

Il momento della scelta e i fattori da tenere in considerazione

Una volta presa la decisione di acquistare un epilatore a luce pulsata per dedicarsi alla cura professionale del proprio corpo (e prepararsi alla prova costume) direttamente da casa, sarà importante fare mente locale sui fattori da tenere in considerazione per la scelta. Naturalmente in cima alla classifica dell’importanza metteremo la qualità dei materiali: i diodi in particolare non devono essere low cost, cosa che potrebbe rappresentare un rischio per la pelle. Altro elemento importante è l’adattabilità alla pelle: non tutti gli apparecchi si possono infatti utilizzare su qualsiasi carnagione. Esattamente come non tutti i dispositivi si possono passare su parti del corpo particolarmente delicate (per esempio, gli epilatori a luce pulsata per il viso e l’inguine fanno categoria a sé). Altrimenti si corre il rischio di esporsi ad ustioni, anche importanti. Anche alcuni dettagli tecnici come la lunghezza d’onda e il tempo di rilassamento tecnico sono in grado di influire per compiere la migliore scelta. Per quanto riguarda gli aspetti legati al design, anche se non sono in cima alla classifica dell’importanza, è sempre bene scegliere degli strumenti caratterizzati da un alto livello di ergonomia. E’ infatti essenziale poterli utilizzare, anche a lungo, senza stancarsi. E’ bene sempre controllare che, assieme alle istruzioni dettagliate sul funzionamento dell’epilatore, vengano forniti anche degli occhiali protettivi. I quali, comunque, non consentono di andare a trattare parti delicate come le sopracciglia troppo vicine agli occhi. Questi dispositivi, veri gioielli hi-tech, sono progettati per essere usati in massima sicurezza anche da ‘mani non esperte.