Luce Pulsata

Differenza tra epilazione a luce pulsata ed epilazione con laser

Il sogno di ogni donna è sicuramente quello di risolvere in maniera definitiva il problema della depilazione cui deve sottoporsi periodicamente. Oggi la tecnologia ha fatto passi da gigante e sono disponibili delle tecniche che permettono di ottenere dei risultati significativi e durevoli nel tempo. Analizziamo nello specifico qual è la differenza tra epilazione a luce pulsata e quella con laser, verificando in quali casi è conveniente utilizzare l’uno o l’altro metodo.

Differenza tra epilazione e depilazione

Prima di entrare nel vivo della questione, è opportuno fare una precisazione circa la differenza che sussiste tra epilazione e depilazione in quanto molto spesso i due termini sono utilizzati inconsapevolmente e senza conoscerne bene il significato. I due termini infatti si prestano molto facilmente ad essere confusi ma mentre la prima può essere considerato un trattamento permanente e progressivo che nel tempo può anche portare a risultati definitivi, la seconda è esclusivamente un trattamento temporaneo che richiedi successivi interventi periodici.
I trattamenti di epilazione, che come abbiamo accennato vengono definiti permanenti e progressivi, possono avere una durata molto lunga e man mano che vengono eseguite le sedute di epilazione, il pelo perde sempre più la sua consistenza e la sua forza, circostanza che comporta che per avere dei risultati durevoli nel tempo basterà eseguire una o due sedute l’anno. Il metodo viene definito epilazione in quanto stacca completamente il pelo dalla sua radice per effetto della fototermolisi selettiva.
Diversamente, invece, gli effetti della depilazione hanno un orizzonte temporale molto limitato in quanto vanno da appena un paio di giorni se viene usata una lametta o un rasoio o, qualora venga usata la ceretta, all’incirca un mese.

Vedi Anche  Le controindicazioni della epilazione a luce pulsata

Differenza tra epilazione a luce pulsata e a laser

Rispetto all’epilazione a luce pulsata della quale abbiamo parlato in precedenza, il trattamento di epilazione laser presenta delle differenze pur se entrambi i metodi si basano sulla fototermolisi selettiva. Si tratta di una particolare procedura attraverso la quale l’energia assorbita dalla melanina del pelo, viene trasformata in calore. In questo modo i peli vengono surriscaldati e lo strato di pelle che vi si trova intorno non subisce alcun tipo di danno.
La differenza tra le due tecniche risiede anche nelle onde luminose che genera il fascio di luce utilizzato per l’epilazione. L’epilazione a laser basa il suo funzionamento sulla generazione di onde monocromatiche e con un’unica lunghezza d’onda, a differenza dell’epilazione a luce pulsata che usa delle onde ad ampio spettro. Sia con l’una che con l’altra tecnica, il fascio luminoso genera calore che viene assorbito dalla melanina del pelo e che viene trasmesso al bulbo pilifero. Il metodo di funzionamento delle due tecniche comporta anche una diversa efficacia degli stessi: infatti mentre con la luce pulsata per risolvere in maniera definitiva il problema dell’epilazione sono necessarie circa 15 sedute, con l’epilazione a laser questo numero viene ridotto della metà.
In ogni caso, entrambi i trattamenti si caratterizzano per avere delle performance molto positive, anche se si opta per un’epilazione laser è opportuno affidarsi ad un centro estetico specializzato.